Per chi è il lavoro dell'artista?

La risposta più frequente e scontata è che sia
per tutti. Ma questa risposta spesso non trova riscontro nella realtà: l'attività di chi si esprime in modi cosiddetti artistici, interessa solo gli addetti ai lavori o a pochi investitori e mercanti d'arte, che a loro volta esercitano una selezione non sempre trasparente.
Solo raramente gli artisti riescono a raggiungere una più ampia cerchia di persone che pure amano l'arte e la bellezza nell'arte.


Dall'Ottobre 2004 in via Abbondio Sangiorgio 6 a Milano, lo Spazio Lumera ospita mostre d'arte e artigianato artistico non come esibizione, investimento, ostentazione, ma come immagini ed oggetti che, evocando il bello, accompagnano e sostengono la vita.
Allo Spazio Lumera vengono ospitate mostre diverse sia per il genere che per la personalità e la formazione degli artisti. Nella diversità delle forme artistiche - pittura, scultura, alto artigianato - è presente un desiderio comune di confronto e di valorizzazione reciproca.

 

Anche chi pur curioso e interessato si sente lontano, estraneo a questo mondo, allo Spazio Lumera può entrarvi in contatto, conoscerlo ed esprimere impressioni, giudizi, valutazioni non perché tecnicamente esperto, ma in quanto persona che esercita un gusto.

Poter interagire con l'artista, conoscerlo, parlarci, vedere le opere con lui, fa uscire dall'estraneità e da una certa soggezione nei confronti dell'arte contemporanea spiegandola, promuovendola e diffondendola di più a tutti.
Il commento critico che alcuni esperti presentano all'inaugurazione delle mostre è anch'esso un elemento importante:
offre delle interpretazioni e delle letture delle opere esposte, accompagnando gli artisti nel loro percorso creativo e suggerendo ai visitatori degli spunti da cui partire per incontrare gli artisti e il loro lavoro.